• Vita da Mamma

    Viaggiare migliora anche lo studente

    Quando, ormai più di due anni fa, ho iscritto Andrea Chandra alle scuole elementari, ho avvisato subito le maestre dicendo che avremmo viaggiato molto. Nonostante questo, ho detto loro, mi sarei adoperata per non farla rimanere indietro sul programma e non farle perdere nulla di importante. Andrea Chandra ha così partecipato a tutte le gite con la classe, alle varie recite di Natale e fine anno, ha fatto le verifiche e tutto il resto. Ed era in pari. Viaggiare e studiare Quando, in seconda elementare, per vari problemi, ha cambiato scuola, ho ripetuto la stessa cosa alle maestre nuove. Che all’inizio erano contente, tanto da dire direttamente ad Andrea che…

  • Vita da Mamma

    Le decorazioni di Natale in Camper

    Anche qui in Polonia ormai si vedono ovunque alberi di Natale e lucine. Fossimo stati a casa avremmo fatto, come ogni anno, un bell’albero di Natale, di quelli con tante palline che la gatta avrebbe amorevolmente distrutto prima del 25 dicembre. Invece siamo in camper e passeremo qui il Natale. Ma non potevamo resistere senza decorazioni di Natale e albero, quindi ci siamo attrezzate.  Addobbare per Natale… il camper Intanto dovevamo pensare a due cose fondamentali: spazio e peso. Decorare per Natale il camper doveva coincidere anche con poco spazio a disposizione e non doveva aumentare il peso del camper. Esercizio non facile. Lo spazio a disposizione per un albero…

  • Cosa regalare a un bambino autistico a natale?
    Vita da Mamma

    Cosa regalare a un bambino autistico a Natale?

    Questa è la domanda che una mamma mi ha fatto per email nei giorni scorsi. Una mamma che sa che tra i miei interessi c’è anche quello della pedagogia speciale. Una mamma con un bambino di 8 anni con autismo.  Non esistono giochi per bambini disabili. Esistono giochi per bambini Questo è il primo concetto che mi sento di sostenere in pieno. Non esistono giochi speciali per bambini disabili. Esistono giochi per bambini. Dobbiamo imparare a capire in cosa i bambini devono essere più stimolati e cercare di seguire quella direzione nella scelta dei giocattoli. Natale è un buon momento per aumentare il bagaglio di possibilità di gioco stimolante che…

  • giornata internazionale persone con disabilità
    Esperienze in Sedia a Rotelle,  Vita da Mamma

    Rispettateci sempre, non solo oggi e sui social

    Il 3 dicembre di ogni anno si celebra, dal 1992, la Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità. Il solo fatto che ci sia ancora bisogno di ricordare ai più dell’esistenza di questi diritti è indice che di strada ancora ne abbiamo da fare, soprattutto in Italia, paese che si reputa all’avanguardia, ma che in tema di diritti ai disabili è tra gli ultimi in Europa. Il tema 2018 della giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità Il tema di quest’anno si concentra sul potenziamento delle persone con disabilità per uno sviluppo inclusivo, per uno sviluppo equo e sostenibile, come parte dell’agenda 2030. L’Agenda 2030 si impegna a…

  • Baltow e lo studio della preistoria
    Homeschooling

    Studiare la preistoria dal vivo

    Si lo so, sembra un po’ assurdo e forse lo è. Ma nel programma di terza elementare c’è lo studio della preistoria. Come nasce la terra, i dinosauri, il primo uomo, e quelle cose lì. Che se le studi sul libro sono bellissime ma dopo due giorni sono sempre uguali e si possono condensare in 3 giorni. Come fare a far appassionare Andrea Chandra a una materia, la storia, che per me era ostica già alle elementari e che ho imparato ad amare solo all’università? Uscendo e andando a vedere direttamente cosa stava studiando. La Polonia come terreno di studio della preistoria Ho la fortuna, casuale, di aver scelto la…

  • Vita da Mamma

    19.11.1999 19 anni a testa alta

    Ogni anno, il 19 novembre, mi ricordo della fortuna che ho avuto. Era il 19 novembre 1999 quando, alle 5 del mattino, mi facevano rivedere mia figlia Pamela, dopo una lunga notte in sala operatoria. Era un trapianto di fegato quello cui era stata sottoposta a soli 5 mesi e 9 giorni di vita. Ma nessuno mi aveva detto che le cose difficili sarebbero arrivate dopo, alcune anche molto dopo. Il trapianto di fegato era una cosa necessaria, non una possibilità. Una necessità. Non esisteva alcuna alternativa, nessuna dialisi per l’atresia delle vie biliari, malattia rara che colpisce il fegato, malattia di cui nessuno parla. Guaribile con un trapianto, ma…