Letteratura di viaggio per principianti

29
182
letteratura di viaggio per principianti

Un libro che da un titolo alla categoria che voglio inaugurare con questo post: quella dedicata alla letteratura di viaggio. Perché chi scrive di viaggio non può non leggere di viaggi, per curiosità e per nuovi spunti. E così iniziamo proprio da un libro che si intitola così “Letteratura di viaggio per principianti” di Ivano Bariani.

L’ebook su come si scrive un libro di letteratura di viaggio

Trovato per caso, mentre smanettavo sul Kindle che mi sono regalata con la busta di Natale di mamma. Cercavo dei libri che parlassero di viaggi. Dei diari di viaggio e ho digitato le parole “letteratura di viaggio” a fianco della lentina. “Letteratura di Viaggio per principianti” è stato il primo risultato che mi è comparso. In cima alla lista (lunghissima e accuratamente salvata) c’era questo libro di Ivano Mariani, edito da Giangiacomo Feltrinelli Editore nel 2014. Ho scaricato il libro gratis, perché da due anni sono iscritta alla selezioni Kindle Unlimited (un tot al mese e leggo – o vedo film- quanto voglio tra una serie di titoli proposti). Inizio a leggere il viatico e capisco subito che non è una coincidenza: ribadisco che non credo alle coincidenze per chi ancora non lo sapesse. Nella seconda pagina leggo che l’autore è stato in Polonia e che ne ha scritto un diario. Torno sul motore di ricerca del Kindle ma di questo diario non trovo traccia. Rintraccerò l’autore. Lo devo fare.

Viaggiare attraverso la letteratura di Viaggio

Leggendo questo libro ho avuto la conferma di quanto sia affascinante il genere della letteratura di viaggio. A partire dai primi diari, quelli dei reporter di altri secoli, che viaggiavano al seguito di carovane, o da soli, fino ad arrivare ai diari tenuti nei giorni nostri. Ogni diario di viaggio è un’infinità di viaggi. E ho scoperto di essere ignorante. Di non conoscere molti dei testi che Mariani cita nel suo libro come esempi. Questo libro è, in effetti, un saggio su come si struttura un libro che vuole rientrare nella categoria della letteratura di viaggio.
Il libro si divide in due parti: la prima con un elenco, che non vi svelerò, di autori importanti con segnalazione dei testi scritti e le motivazioni che hanno fatto determinare la scelta di inserimenti in questo manuale. Una seconda parte del libro parla delle parti che deve avere un vero testo di letteratura di viaggi. Dopo aver citato nomi importanti, Mariani prende i loro lavori e li usa per mostrare al lettore l’efficacia delle varie tecniche narrative. Smonta in pezzi più o meno piccoli le pagine di libri che sono costate ore e ore di scrittura e riscrittura per permettere al lettore di comprendere il meccanismo che sta dietro alle parole.

Ora la mia lista di libri di letteratura di viaggio è aumentata. Enormemente aumentata. Così come la mia smania di mettermi a scrivere e a lasciare traccia del mio di viaggio, in Polonia, ma non solo. Se questo libro ti intriga, lo trovi qui.
Se vuoi restare aggiornato sui miei post (e sui posti che visito) puoi iscriverti alla mia newsletter quindicinale, due email al mese per non disturbare troppo e darti spazio per leggere, che poi è quello che spero tu voglia fare.

29 COMMENTS

  1. Davvero interessante questo manuale! La lettura un bene dell’umanità che purtroppo troppo spesso viene messa da parte.
    Io mi perdo tra le pagine dei libri e gli schermi degli e-book…

    • Si. Io adoro leggere. Prendere Kindle è stato necessario perché la mia libreria a casa ormai esplode e perché qui in Polonia libri in italiano non ne trovo. Ora ne posso avere quanti ne voglio sul mio device 🙂

  2. Un ottimo suggerimento che mi aiuterà a realizzare un desiderio presente da tempo. Scrivere un diario non tanto per ricordare ciò che hai visto in futuro, quanto per capirlo in seguito. E’ proprio ciò che penso

  3. Pensa che la mia passione dei viaggi è nata proprio leggendo un libro “diario di viaggio senza un soldo in tasca” qualcosa di questo genere… e ricordo che mi aveva cosi conquistato che tornati da ogni viaggioamavo scrivere i diari di viaggi ora raccolgo tutte le nostre emozioni sul blog!

  4. Molto interessante questa lettura. Leggere libri è una delle mie passioni, purtroppo ora ho poco tempo rispetto una volta. Mi rattrista sentire che i giovani non sono affatto interessati alla lettura.

  5. Credo di trovarmi ancora nell’era dei libri cartacei. Mi piace sfogliarli, tenerli in mano, portarmeli dietro, nonostante il peso di certi volumi. In ogni caso, Kindle a parte, credo che questa sia una lettura davvero interessante per chi, come noi, si cimenta nella scrittura. Viaggio o meno, la scrittura è un viaggio e penso che possa essere d’aiuto questa lettura.

  6. Mi hai incuriosita tantissimo, voglio prendermelo anche io questo libro. Quando viaggio mi piace raccogliere emozioni e informazioni e metterle nero su bianco, così come mi piace leggere di altri viaggi e viaggiatori. Sarà sicuramente una lettura interessante

  7. Davvero molto interessante, come sempre sul tuo blog leggo sempre degli articoli interessanti….. mi fa molto piacere seguirti.

  8. Trovo davvero carino il fatto che sia un libro Kindle, per molte persone più facile e maneggevole. Personalmente lo regalerei ad una mia amica che ama viaggiare ma odia sfogliare libri su libri.

  9. Ho sempre trovato I diari di viaggio interessanti e ricchi di idee, e ovviamente ricordi! Da rileggere in futuro, nei viaggi però non ne ho mai scritto uno. Sarà una delle cose da fare prima di morire 😀

  10. … ed ora non potrò fare altro che andare sul mio Kindle (che mi ha regalato per Natale il mio compagno, per paura che la nostra libreria esplodesse), cercare e divorare questo libro che, orrore degli orrori, non conoscevo ancora!
    Grazie mille per avermelo fatto scoprire! E, inutile dirlo, sarò una lettrice assidua ed appassionata di questa sezione del blog!

    • 🙂 sono contenta che ti sia piaciuto. Io da quando ho Kindle (anche per me un regalo di Natale, per lo stesso motivo) sto divorando libri 🙂 ne scriverò ancora, di libri di viaggio, molto presto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here